Benvenuti nel nuovo sito di Farmagreen.it! Tantissime promozioni riservate a te!

Benvenuti nel nuovo sito di Farmagreen.it! Tantissime promozioni riservate a te!

Alla scoperta della glossodinia (o sindrome della bocca urente)

Alla scoperta della glossodinia (o sindrome della bocca urente)

Ad alcune donne in menopausa capita di sperimentare una sensazione di intorpidimento e bruciore alla bocca. Questo disturbo ha un nome, si chiama Glossodinia o sindrome della bocca urente. Scopriamo di cosa si tratta.

30/05/2023 12:14:00 | farmagreen

La sindrome della bocca urente è un disturbo che si caratterizza per la sensazione di bruciore all'interno della bocca, nonostante l’assenza di segni esterni come ulcere o lesioni.

Le cause che stanno alla base della bocca urente sono ancora poco chiare ma sembra ci sia una correlazione con problematiche ormonali e di natura neurologica come ad esempio la degenerazione delle fibre nervose del nervo trigemino.


Cos’è la sindrome della bocca urente

La sindrome della bocca urente è una patologia abbastanza rara ma che colpisce soprattutto le donne sopra i 50 anni, in particolare dopo l’entrata nella menopausa.

I sintomi associati a questo disturbo possono essere intermittenti o continui ed in particolare:

  • Sensazione di intorpidimento alla bocca.
  • Bruciore intenso alla lingua, al palato, alle guance e alle labbra.
  • Secchezza (disturbo noto come xerosomia)
  • Difficoltà nella deglutizione.
  • Talvolta percezione di sapori metallici o amari.

 

Glossodinia primaria e secondaria: cosa significa?

La bocca urente può essere una patologia definita “primaria” quando alla base non ci sono altre situazioni patologiche che possano giustificarne la comparsa, oppure “secondaria” quando il disturbo è scatenato in conseguenza ad un’altra malattia sottostante.

Le cause a cui si ipotizza possa essere correlata la sindrome della bocca urente primaria sono:

  • Problemi di natura odontoiatrica.
  • Problemi a carico dei nervi periferici.
  • Infezioni da candida orale.
  • Squilibri ormonali (che giustificano la comparsa nelle donne in menopausa).
  • Reazioni di origine autoimmune.
  • Fattori psicologici (ansia, forte stress, depressione).
  • Reazioni avverse ad alcuni farmaci.

Le patologie che possono invece portare a manifestare la sindrome della bocca urente secondaria sono:

  • Diabete.
  • Disfunzioni tiroidee.
  • Allergie.
  • Xerosomia 
  • Sindrome di Sjogren (responsabile anche della xerosomia).
  • Infezioni del cavo orale.
  • Neoplasie del cavo orale.
  • Carenze vitaminiche e di minerali (complesso B, zinco, B9, Ferro).

 

Trattamento della glossodinia

Per trattare la glossodinia, bisogna anzitutto comprendere da cosa può essere scatenata.

Se è scatenata da una patologia sottostante, bisognerà intervenire in primis per curare quella.

In ogni caso, è sempre utile mettere in atto questi piccoli accorgimenti per cercare di arginare e ridurre ove possibile le sensazioni di dolore e bruciore:

  • Bere lentamente acqua fredda, lasciandola riposare in bocca per qualche minuto (questo permetterà di alleviare la sensazione di forte bruciore).
  • Masticare una chewing gum senza zucchero per stimolare la salivazione.
  • Evitare di fumare.
  • Non consumare cibi speziati o piccanti per non aggravare la problematica o scatenare una riacutizzazione.
  • Astenersi dal consumo di cibi acidi come ad esempio gli agrumi.
  • Non bere alcool
  • Utilizzare prodotti per l’igiene orale non aggressivi.

 

I consigli di Farmagreen

Zuccari Aloevera2 Dentifricio Sbi Prot: dentifricio protettivo ad azione anti-placca e anti tartaro. Con olio di Neem e lichene islandico per un effetto sbiancante. Clorofilla e Rosmarino ad azione rinfrescante delicata. Addizionato con Tea Tree, Echinacea, Vitamina A e C. Non contiene menta.

Azienda Farmaceutica Italiana Hepilor Collutorio 150ml: dispositivo medico CE di classe IIA, a base di zinco, agente difensivo della mucosa orale.

 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...